Pubblicato da: gennarogrieco | novembre 2, 2009

Assunta Finiguerra non è più fra noi (2)

AssuntaFiniguerraI fuoche de novembre só appecciate
cu na viulenze ca me mbaurissce
resorge palummelle e mmóre cane
nda na vijanove can nun téne anzute

Oje mamma mije e vita benedette
appene tocche fierre nassce viende
m’accerchje cume fosse delinguende
me daje a bbeve miére fatte acite

Me só stangate de èsse n’impotende
si mette r’asscedde fazze mala fine
nun póte vuluà chi nun pusséde abbuole

chi scarpe de cemende porte e piede
nghiuvuate nderre reste ósce e ssembe
ósce e ssembe spere ca Dije nge sije

AntMezzago09I fuochi di novembre sono accesi / con una violenza che impaurisce / risorgo palombella e muoio cane / in una strada che non tiene uscite // O madre mia e vita benedetta / appena tocco ferro nasce vento / mi accerchia come fossi un delinquente / mi dà da bere vino fatto aceto // Sono stanca di essere impotente / se metto l’ali faccio mala fine / non può volar chi non possiede il volo // chi scarpe di cemento porta ai piedi / inchiodato a terra resta oggi e sempre / oggi e sempre spera che Dio ci sia

Assunta Finiguerra

Sono passati due mesi dalla morte di Assunta. Esattamente due mesi e la scadenza cade in un giorno particolare. Ho pensato di proporre questa sua seconda poesia; magari più in là ne posterò anche una terza (molti, nonostante il mio progressivo disimpegno, nonostante le mie paturnie – non solo relative al web –, passano ancora di qui… forse con le mie assenze li deludo e mi spiace… ma in fondo è solo un vano agitarsi, il nostro… e non ha davvero molto senso…).
Sì, per lei tre post. Uno dietro l’altro. E tre poesie. Emblematiche.
Gennassunta06Si tratta con ogni probabilità – e non mi pare cosa da poco – delle ultime tre poesie rese pubbliche da Assunta, quelle che le hanno portato il premio “MezzagoArte” 2009. Dovevamo essere lì entrambi, lo scorso maggio. Lì a Mezzago, nel cuore della Brianza, lei la protagonista designata ed io quello mancato (almeno stando al verbale di giuria pubblicato nell’antologia che ho sotto gli occhi – davvero un capolavoro di verbale, ed una grande dichiarazione di amicizia…). Era lì che ci saremmo ritrovati dopo alcuni anni (l’ultima volta era stata a Montiglio, nell’astigiano, nel 2006 – vedi fotoritaglio). Ma, divorata dal male, da u delore ca mange, a Mezzago Assunta non poteva esserci (e non ci è stata). E, pur potendo, neppure io ci sono stato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie