Pubblicato da: gennarogrieco | novembre 7, 2008

L’impronta di una mediterraneità, sostiene Maffìa

polimnia16Gennaro Grieco è un poeta libero da scuole e da gruppi; è andato avanti per la sua strada con la fede più profonda che si possa immaginare nella poesia e merita attenzione, anche se in un mondo come il nostro è sempre più difficile trovare accoglienza anche quando le parole portano messaggi di bellezza.

Sandro Gros-Pietro propone “L’opera omnia” di Grieco ma con fare “umilmente furbesco” non la chiama omnia. È un po’ quello che è avvenuto nel linguaggio ipocrita degli ultimi anni, lo spazzino si chiama ormai operatore ecologico, il cieco si chiama non vedente… ma la sostanza rimane. Per opera omnia non s’intende ovviamente quella definitiva, quella che arriverà (se arriverà) ai posteri. Semplicemente s’intende ciò che fino a quella data un autore ha prodotto. È stato fatto per Montale ancora in vita, per Ungaretti, anche se l’hanno chiamata vita di un uomo, lo si fa con alcuni Meridiani Mondadori (Giudici, Spaziani, Camilleri, eccetera). Voglio dire, perché attaccarsi a una questione di lana caprina invece di discutere del libro, se è bello, se è brutto, se è essenziale, se è inutile e via dicendo?

Che cosa c’è dietro questa acredine, questa puntualizzazione di Gros-Pietro nel recriminare su “Vernice” contro l’opera omnia per esempio di Dino Claudio (edita da Lepisma), appigliandosi al fatto banalissimo che un autore in vita può scrivere altro? Omnia fino a quel dato giorno. È così difficile capire? Quanto ai troppi nomi che avallano Dino Claudio e lo sostengono, diminuendone il peso, secondo Gros-Pietro, basta dire che egli per sostenere alcuni suoi autori utilizza stralci di lettere private dei critici, come nel quarto di copertina del volume di Grieco!!!? Mi auguro si sia trattato semplicemente di un abbaglio. Non è sulle inezie che si gioca la partita della poesia.

apprendimento_di_cose_utiliMa torniamo a Gennaro Grieco. Hanno ragione Giorgio Barberi Squarotti e Maria Luisa Spaziani, egli possiede un mondo dovizioso e lo offre con gioia per condividerlo. Gennaro è una natura ariosa, davvero con un respiro ampio, e utilizza i versi come messaggi per arrivare al cuore degli uomini. Appartiene a quella ormai folta schiera di tecnici (ha studiato pedagogia e ha fatto poi il commercialista) che sono arrivati alla poesia portandovi innovazioni linguistiche e una visione diversa del mondo.

In Apprendimento di cose utili troviamo varietà di metri, varietà di argomenti, versi che rasentano gli aforismi, piccole sinfonie d’amore. Grieco non disdegna nessuna esperienza, ma fa in modo di riportare tutto alla sua dimensione la cui umanità poi colora di tempra personale. Non si è fatto scalfire dalle sirene del vuoto errare per vocali e consonanti e le sue composizioni hanno sempre l’impronta di una mediterraneità che porta ad esiti convincenti anche argomenti che sembrerebbero ormai fuori dalle abitudini e che in lui trovano una rigenerazione. (Dante Maffìa, in Polimnia – Trimestrale di Poesia italiana, A. IV, n. 14-15-16, Aprile-Dicembre 2008, p. 99)

Sandro Gros-Pietro è persona amica. Dante Maffìa è persona amica. Io, in mezzo, magari non ci faccio proprio una bella figura. Che dire? Una recensione di un editore mi mancava proprio. Perché di questo si tratta, e mi perdonerà l’amico Dante (grande poeta, critico sagace, ma che in questo caso, avendo un sassolino da togliersi, preferisce vestire, più che altro, i panni dell’editore. Ho capito: in nome di un’antica amicizia ha pensato che con me poteva permetterselo, poteva cogliere l’occasione. E va bene, d’accordo, non c’è problema).

Comunque, Gros-Pietro c’entra poco o nulla: il mio libro è così come io l’ho voluto, in ogni sua parte – come sempre, del resto.

Nota a margine: Mah! Questo mondo della poesia mi ha parecchio stufato. Sono in surplace ormai da tempo (da un anno a questa parte, non scrivo e non leggo un verso che sia uno), ma mi sa tanto che devo scendere dai pedali, mi sa che devo darmi appuntamento per una seria riflessione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie